• attivita1.jpg
  • ATTIVITA2B1.jpg

ATTIVITA'


Oltre la fruizione delle collezioni dei beni demoetnoantropologici, dei diversi ambiti di vita tradizionale, lungo un percorso espositivo dallo spiccato carattere di work in progress, per la costante implementazione delle raccolte museali e del rinnovarsi dell’ampio apparato didascalico, iconografico e filmato, il Museo dei Peloritani, vero incubatore di cultura, propone da sempre, secondo un coerente disegno progettuale, eventi tematici, in coincidenza con le scadenze festive stagionali (Natale, Carnevale, Pasqua), laboratori, seminari, mostre, sia nella sua sede, che in altri siti, in città e provincia, in collaborazioni con associazioni, amministrazioni pubbliche, ed istituzioni culturali, dall’Università alla Biblioteca Regionale di Messina.


Di particolare rilievo l’azione di valorizzazione del patrimonio di cultura popolare siciliana, svolto dal Museo, rivolto al mondo scolastico di ogni ordine e grado, con visite didattiche, attività laboratoriali e progetti di alternanza scuola-lavoro.

Il Museo, grazie al suo curatore scientifico Mario Sarica, è impegnato anche nell’ambito della ricerca sul campo finalizzata a produzioni discografiche e multimediali, rispettivamente per le collane editoriali Phone e Tracce.

Concepito secondo un museo diffuso sul territorio, lo spazio etnografico peloritano si irradia oltre il casale di Gesso, a partire dalle omonime cave, per la riscoperta e tutela di altre testimonianze di vita agro-pastorale, quali palmenti, quello di Zzu Ggnaziu è a 4 minuti di strada dal Museo,  frantoi,  neviere e ovili storici.

​​​​​​​Di rilievo, nell'ampio del progetto  di attività  ed eventi promossi incentrati su forme esemplari di cultura di tradizione materiale ed immateriale,anche declinate in performance musicali, anche di contaminazioni, la produzione editoriale promossa dal Museo, peri titoli della collana di CD Phone' e di quella multimediale Tracce. Significative poi le8l inncursioni e gli incontri fra colto e popolare, scrittura e oralita, anche sul versante pittorico con gli artisti messinesi e in particolare  con il maestro Togo.